dicembre 28, 2016 Arte, Eventi, Musica Nessun commento

4/5/6 e 28 Agosto

#Tradizionevoluzione è l’hashtag che ha scandito il FACE 2016, il Festival dell’Arte, della Creatività e dell’Ecocultura, in programma dal 1 al 4 agosto nell’incantevole scenario del Parco Ecolandia di Arghillà a Reggio Calabria.

Il Fortino di Arghillà, è stato investito di un nuovo senso che lo ha reso laboratorio ideale di sperimentazione, condivisione ed ibridazione di esperienze differenti, grazie al Face Festival, ed alla collaborazione con Kernel, piattaforma artistica ideata e prodotta da AreaOdeon che ha proposto nuove sinergie multi-disciplinari tra musica elettronica e sound design, audiovisual mapping, architettura effimera, arte digitale e interattiva,

Il parco si è illuminato di nuovi colori e nuove forme attraverso il progetto LUXONUS, installazione interattiva di luce e suono, prodotta da Kernel/AreaOdeon, in cui le composizioni musicali, create grazie ad uno step sequencer, si sono trasformate in giochi di luce sul Fortino: ad ogni nota suonata, una luce si è accesa ad illuminare l’antica struttura. Il pubblico ha creato in diretta il proprio contributo musicale che, in tempo reale, ha generato una corrispondente soluzione di illuminazione.

Ma il programma del Face non è stato solo una straordinaria esposizione di luci in movimento, ma ha avuto una sua precisa identità artistica e musicale, che si è sviluppato nell’arco di cinque serate. Di seguito il programma.

il programma:

4 Agosto
••• ore 19:00: Apertura delle mostre
••• A seguire la performance di Enrico Ferrari
••• L’installazione interattiva di luci e suono LUXONUS di Kernel Festival
••• Ore 22:00 Open MIC djset

5 Agosto

••• Apertura delle mostre dalle 19:00 alle 22:00

6 Agosto

••• Magarìa, la minirassegna curata da Spazio Teatro presenta:
“QUINDICIMILA” di e con Renata Falcone
collaborazione di Carmelo Vazzana e Basilio Musolino

Quindicimila narra delle raccoglitrici di olive della provincia di Reggio Calabria: lavoratrici, mamme, mogli, “massa d’urto” che si è dimostrata decisiva, anche per gli uomini, nelle lotte sindacali degli anni ’50. Voce di queste donne è la Narratrice-Protagonista, che rappresenta la condizione di “senza nome e senza età”, tipica delle raccoglitrici. Le schiene curve, la testa in giù, le loro storie prendono vita nella narrazione, accompagnate dal canto e dal suono richiamato delle olive gettate nelle ceste; il canto, ora d’amore ora di lamento, cede il posto alle urla delle donne per il riconoscimento dei propri diritti.

28 Agosto

••• Concerto: A NIGHT IN NEW YORK: EMMET COHEN TRIO
Emmet Cohen, 27 anni, è stato un vero proprio prodigio del piano, non a caso finalista del prestigioso “Monk Competition”, uno dei concorsi per solisti jazz più importanti al mondo. E nel 2015 finalista all’American Pianists Association’s Fellowship. La sua grande padronanza dello strumento e l’innovativo palato armonico lo hanno reso uno dei più richiesti musicisti della scena jazz di New York, dove collabora regolarmente con grandissimi musicisti tra cui Christian McBride,  Maceo Parker, Joshua Redman, Billy Hart, Patty Austin.
EVENTO REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON IL PEPERONCINO JAZZ FEST 2016

 

Written by Marcello Spagnolo