dicembre 11, 2014 News Nessun commento

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con l’appoggio e il sostegno di organizzazioni scientifiche di tutto il mondo, ha proclamato il 2015 “Anno internazionale della Luce e delle tecnologie basate sulla luce” (IYL 2015).

L’iniziativa globale intende accrescere la coscienza e la conoscenza di ciascuno di noi sul modo in cui le nuove tecnologie basate sulla luce favoriscano lo sviluppo sostenibile e forniscano soluzioni alle sfide globali in vari campi – energia, istruzione, comunicazioni, salute, agricoltura – generando benessere comune.

Temi ufficiali dell’IYL2015 saranno:

1. La Scienza della Luce

2. La Tecnologia della Luce

3. La Luce in Natura

4. La Luce e la Cultura

 

Tra le numerose finalità che le Nazioni Unite intendono raggiungere:

– Promozione delle tecnologie della luce per migliorare la qualità della vita sia nei paesi sviluppati, sia in quelli in via di sviluppo

– Riduzione dell’inquinamento luminoso e dello spreco di energia

– Promozione della partecipazione delle donne nella scienza con ruoli di responsabilità

– Promozione dell’istruzione tra i giovani

– Promozione dello sviluppo sostenibile

 

Importanti anniversari tematici saranno celebrati per ricordare al mondo che la luce è un patrimonio di tutti: dai primi studi di ottica dello studioso islamico Ibn Al-Haytham (1015); alla formulazione dell’effetto fotoelettrico ad opera di Albert Einstein (nel 1905); fino alle nuove scoperte sulla trasmissione di luce con fibra ottica del fisico cinese Charles K. Kao (nel 1965).

 

“La luce è fondamentale alla vita sul nostro pianeta attraverso la fotosintesi, ci permette di vedere indietro nel tempo profondo fino alle origini del cosmo nel big bang, ci aiuta a comunicare con gli altri esseri senzienti qui sulla terra, e forse può permetterci di dialogare con quelli che potremmo trovare nello spazio” (John Mather, premio Nobel per la fisica).

 

Written by Francesca Triolo