Venerdi 12 Luglio la Carovana sarà alla Locanda del Parco! 
Si chiama “DownTour” ed è una delle iniziative principali organizzate dall’AIPD in occasione del suo 40° anniversario. Un viaggio per “mostrarsi”, innanzitutto, visto che in 40 anni soprattutto questo è cambiato: se prima la sindrome di Down non si vedeva, perché le persone restavano chiuse in casa, oggi queste si incontrano facilmente nelle strade, sui mezzi pubblici, a scuola e anche nei luoghi di lavoro.
Perché le persone “con un cromosoma in più” non devono avere neanche un’opportunità in meno, ma devono poter esercitare la propria autonomia e le proprie potenzialità.
E’ quello che AIPD ripete da 40 anni e che oggi vuole ribadire, in occasione di questa importante ricorrenza, portando in giro per l’Italia questo camper dell’inclusione. AIPD celebra i suoi 40 anni con Downtour: un lungo viaggio in camper su e giù per l’Italia.
Il tour, che ha avuto inizio a Roma il 21 marzo in concomitanza con la “Giornata Mondiale delle Persone con la sindrome di Down”, si concluderà a metà ottobre durante la “Giornata Mondiale delle Persone con la sindrome di Down”.

Perché il DownTour. Un viaggio in camper lungo sei mesi volto a promuovere la piena inclusione sociale delle persone con sD e la loro partecipazione alla cittadinanza attiva, ma anche favorire una maggiore consapevolezza e capacità di autorappresentarsi delle persone con sD e delle loro famiglie. Intende inoltre sensibilizzare l’opinione pubblica, sia attraverso le iniziative locali sia attraverso la campagna mediatica nazionale che accompagnerà il tour. Infine, questo viaggio servirà a mostrare i volti, le storie e le capacità delle persone con sindrome di Down, in coerenza con l’impegno e il lavoro che da 40 anni AIPD porta avanti. «Oggi molte persone con sindrome di Down sono in grado di autorappresentarsi, di lavorare, di esprimere la loro opinione, ma esistono ancora tanti stereotipi. Vogliamo che il tour dia loro spazio per incontrare la gente e condividere risate, scoperte, tempo per conoscersi meglio. Sicuramente in questi 40 anni abbiamo fatto tanta strada, ma ci sono ancora situazioni tali per cui non si ha la stessa disabilità se si ha la sindrome di Down in un luogo o nell’altro», spiega Anna Contardi, coordinatrice nazionale AIPD.

Il DownTour: ogni tappa costituisce una occasione di incontro e scambio di informazioni ed esperienze, ma anche un momento di socialità e convivialità. In ogni città in cui sosta, il camper con il suo equipaggio anima degli eventi sul territorio: una dimostrazione sportiva, un evento gastronomico, una conferenza, una testimonianza di vita.

Alle 20.30 ci ritroviamo alla Locanda del PArco, ad Ecolandia per gustare assieme ottime pietanze in allegria.

Meglio prenotare al 392 318 6776

Written by Marcello Spagnolo