luglio 18, 2019 Eventi Nessun commento

28 luglio 2019 ore 22:00

Antonio Di Martino

Dopo il successo del tour club nel segno del sold out, Dimartino torna dal vivo con una serie di concerti nei più importanti festival italiani dove proseguirà il viaggio live del suo ultimo lavoro di studio “Afrodite” (42Records/Picicca).

Il tour estivo, prodotto da Massimo Levantini per Baobab Music, infiammerà alcuni dei palchi outdoor più suggestivi del Paese attraversandolo da nord a sud. Si parte il 26 maggio dal Mi Ami Festival di Milano e si prosegue il 7 giugno alla Fortezza Medicea di Siena, il 14 a Na Cosetta Estiva di Roma, il 21 al Biografilm Festival di Bologna, il 29 all’Albori Festival di Sulzano (BS). Il 21 luglio sarà la volta di Rimini al Le Città Visibili, il 27 al Castello Volante di Corigliano d’Otranto (LE), il 28 al Face Festival di Reggio Calabria, il 29 agosto al Live Rock Festival di Acquaviva (SI) e si concluderà il 4 settembre al Beat Full Festival di Palermo.

I biglietti sono disponibili per la vendita su www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.

Dal vivo Dimartino porterà tutte le canzoni che hanno segnato il suo percorso, dagli esordi fino all’ultimo disco “Afrodite”, prodotto da Matteo Cantaluppi. L’album ha sancito il ritorno del cantautore, stupendo pubblico e critica fin dal primo ascolto con sonorità e mondi musicali nuovi, anticipato da singoli di grande successo come “Cuoreintero”, “Feste comandate” e “Giorni buoni”.

 

Nato a Palermo nell’82 è un musicista e un autore di canzoni. Fin dall’esordio nel 2010 con l’album “Cara maestra abbiamo ha scelto Dimartino come nome della band di cui fanno parte anche Angelo Trabace al pianoforte,  Giusto Correnti alla batteria e Simona Norato alla chitarra. Del 2012 è Sarebbe bello non lasciarsi mai ma abbandonarsi ogni tanto è utile, per la critica fra le migliori uscite discografiche dell’anno. Nel 2013 esce soltanto in vinile l’ep Non vengo più mamma, un concept sulla morte dolce, accompagnato dalle tavole dell’artista Igor Scalisi Palminteri.

Nel 2015 pubblica Un paese ci vuole, concept album sul concetto di “paese”, liberamente ispirato a La luna e i falò di Cesare Pavese,  in cui scrive a quattro mani con Francesco Bianconi dei Baustelle la canzone Una sotria del mare e duetta con Cristina Donà nel brano I calendari.

È del 2017 il suo primo romanzo dal titolo Un mondo raro, in cui racconta la vita della cantante messicana Chavela Vargas, scritto insieme al cantautore Fabrizio Cammarata edito da “La nave di Teseo”. Insieme a Cammarata incide anche un disco che ha lo stesso titolo del romanzo, registrato a Città del Messico insieme a Juan Carlos Allende e Miguel Peña storici chitarristi della cantante messicana.

Nello stesso anno scrive insieme a Brunori sas: Diego ed io (inserita nell’album “A casa tutto bene”). La canzone viene usata come sonorizzazione per la mostra di Frida Kahlo al Mudec di Milano (mostra più grande mai realizzata in Europa).

Il 25 febbraio del 2019 esce Afrodite, il suo quarto album in studio considerato già dalla critica un gioiello della musica italiana.

Ha lavorato come autore insieme a molti  artisti tra cui Malika Ayane, Arisa, Colapesce, Levante,  Irene Grandi.

 

Written by Marcello Spagnolo