agosto 6, 2015 Eventi Nessun commento

Dal vetro a specchio di una stanza dell’ospedale psichiatrico San Camillo de’ Lellis, SPDC (Sezione Psichiatrica Diagnosi e Cura) due psichiatri e una psicologa osservano e ascoltano un paziente trentenne con forti crisi d’identità. I tre medici, un veterano della psichiatria, molto preparato, saccente e paternale, uno stravagante quanto geniale giovane psichiatra dall’accento tedesco, dotato di black humor, e un’altera e provocante psicologa, molto precisa nelle valutazioni, inizialmente distaccati e professionali, vengono “travolti” da ciò che il paziente racconta. Emozionati, scossi e colpiti dalle rime del giovane, alla fine della commedia, lo aiutano.

Perché le parole muovono, smuovono, possono far gioire, possono far male, le parole diventano azioni fisiche!
Commedia musicale, affronta il tema dell’abbandono dei figli di “secondo letto” e della ricerca del proprio padre naturale. Ispirato alla e dalla vita.

Con e di Daniele Jannò
e con la partecipazione straordinaria di Valentina Balestrieri

INFO:
www.facefestival.org
Telefono: 0965 679905

enti

Written by Francesca Triolo